#Nonènormalechesianormale :”A lei che è stata mamma e figlia” di 4tu©

non è normale che sia normale è l’hashtag per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre 2018 (hashtag #Nonènormalechesianormale) : Questo è il quinto video in cui parolo di Anna….ogni volta cerco di raccontare la sua storia attraverso delle prospettive diverse…questa volta a parlare è la figlia e la mamma..
#Nonènormalechesianormale :"A lei che è stata mamma e figlia" di 4tu© (Fortunato Cacco) dal cd “4tu – i monologhi vol 25”

Testo : “Parole senza suono di una bambina e di una nonna..
A lei che è stata mamma e figlia..
Non posso più…non posso più giocare… da quando mi hanno detto che sei diventata una stella, un angelo con ali d’aria e le mani sempre sulla mia spalla….mi hanno detto “d’ora in poi lei sarà nel vento..”
Era inverno e da allora ai giorni di sole ho sempre preferito quelli di tempesta..sempre senza sciarpa ..…perché non voglio perdermi neanche un soffio che tocca la mia pelle..potresti esserci tu dentro…
Mi hanno detto…fra un po’ la rivedrai e un po’ per me voleva dire anche il giorno dopo…..e quindi sono corsa dentro e ho messo il letto vicino alla finestra per guardare le stelle…da allora quando ne vedo una brillare più delle altre la spalanco subito quella finestra perché così magari tu trovi la strada di casa più facilmente..
E se dormo c’è il mio orsetto a fare il guardiano in giardino al posto mio..me l’avevi regalato tu e vicino a teddy c’è anche sam il cagnolino ..….e quando abbaia sento il cuore battere forte….mi hanno detto che tornerai prima o poi e io ci credo..così io tornerò a giocare e tu tornerai a leggermi le favole con la tua voce buffa per farmi prendere sonno…
Ho arruolato anche le mie zie e la nonna…mi hanno tutte promesso di stare di guardia al cielo..quindi non ti preoccupare…c’è sempre qualcuno ad aspettarti qui….
NONNA……non posso neanche raccontarle le storie per farla dormire…mi dice che non sono capace di fare le “voci” come la sua mamma o giocare con lei a nascondino..sono troppo lenta per nascondermi…non so ridere e correre o buttarla per aria e riprenderla..ho le braccia ormai senza forza…in un instante sono diventata ancor più vecchia..non so neanche più piangere arrabbiarmi o parlare..qualcuno è entrato nella mia mente e mi ha rubato tutto..
Non ricordo più come si fa per far sorridere i bambini..
Se mi siedo sulla mia sedia a dondolo ti ricordo in braccio piccola con le trecce e il vestitino rosso..se mi siedo vicino al mare ricordo le tue risate quando andavi a incontrare le onde con la bambolina titty in braccio..+ora ti allontani e allontani e allontani e onde giganti ti portano via..
Guardo lei e vedo te….
Un giorno le racconterò tutto….ma adesso lasciateci guardare il cielo alla ricerca del tuo sguardo…..ancora per un po’…ancora per un po’….”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...