monologo recitato 2020 : “Liberi un cazzo” di 4tu©

Mi era stato chiesto un mese e mezzo fa di essere “positivo”, “ottimista” etcetc…ed era giusto!..l’avrei fatto in ogni caso…perchè bisogna sempre sperare in una nuova alba….ma adesso è tempo di “realismo”..è tempo di capire REALMENTE che questa nuova alba sarà diversa…noi non POSSIAMO CAMBIARE…dobbiamo farlo volenti o nolenti!ecco perchè liberi un caxxo…..


“Liberi un caxxo” di Fortunato Cacco (4tu) dal cd “4tu – i monologhi vol 30”
4tu su instagram : https://www.instagram.com/4tu/
su facebook: https://www.facebook.com/pages/4tu/33…
su itunes: http://itunes.apple.com/artist/4tu/id…
su spotify: http://open.spotify.com/album/3DT0sjG…
su deezer: http://www.deezer.com/it/album/1985671
Testo : “Prima eravamo liberi e neanche lo sapevamo..Eravamo liberi di avere tutte le convinzioni che volevamo…di essere salutisti, complottisti, menefreghisti, esperti…di ritenerci scienziati, politici, di sparare cazzate enormi perché dovevano contenere le nostre immense verità per cambiare il mondo..
e soprattutto…eravamo liberi di crederci e in questo eravamo veramente veramente bravi..!!ho visto gente che quando scriveva sui social sembrava avere attorno la sacra aura della scuola di hokuto …e dopo li vedevo per strada e cazzo…avevano paura della loro stessa ombra!
E tutto questo perché eravamo liberi di illuderci di essere al sicuro…eravamo liberi di pensare che certe cose capitassero solo nei film .
Certo..sentivamo che da qualche parte del mondo c’era una guerra sanguinaria in atto….qualche carestia….qualche epidemia….qualche tortura…..qualche emergenza sanitaria grave ma erano lontane lontane…e poi noi il nostro dovere lo facevamo mandando un messaggio solidale con il cellulare oppure condividendo un post durante le solite giornate mondiali contro qualcosa…
Poi un bel giorno il mondo, o Dio, o il karma o il destino..chiamatelo come volete , in ogni caso qualcosa o qualcuno che ne se ne fotte di noi perché noi per primi ce ne siamo fottuti di lui ha detto basta e ci ha messo dentro quelle serie tv che tanto amiamo senza avere però un telecomando….e la libertà è ufficialmente finita…perché è bene ricordare che non ci ha dato un semplice avvertimento, ha detto basta…basta al mondo che conoscevamo e benvenuti nel futuro….
Noi non siamo più liberi di cambiare…noi adesso siamo obbligati a cambiare..volenti o nolenti..dobbiamo farlo!
E questo perché un virus ha messo ko tutte le nostre convinzioni che ritenevamo invincibili…un piccolissimo virus ha chiuso il mondo con noi dentro…o meglio la paura ha chiuso il mondo…e quella quando ti tocca da vicino non ti abbandona più…. chiaramente ci sarà chi dirà me ne frego, continuerò a pensare e fare quello che voglio!io non mi lascio abbattere! …E cose del genere…ma appena gli diranno…a casa!!quello starà a casa perché la paura….quella comanda!!!Puoi avere tutte le idee che vuoi..ma stai a casa!..puoi fare il giustiziere….ma stai a casa!!!puoi dire che è un complotto..ma a casa!!puoi dire che è colpa di questo o di quell’altro…..ma stai a casa!!…e anche se non sei d’accordo….a casa!!!
E torneremo a cantare..torneremo a lavorare..torneremo a vivere…ma con la paura che farà sentire il suo alito sul nostro collo ogni giorno…….e sarà una vita diversa e non solo per i primi mesi…..capite perché Il mondo è ufficialmente a un giro di boa ? perché basterà usare questa maledetta paura per farci stare zitti con l’illusione di stare al sicuro….siamo diventati ricattabili…e non c’è vaccino che tenga per questa cosa…
Ecco perché Liberi un cazzo.. ….personalmente quello che ho intenzione di fare è di non rimandare più le cose a domani, non ha più senso……..sprecare il tempo non è più un’opzione capibile, possibile e sostenibile…vivrò al massimo , vivrò al meglio, vivrò come non ho mai fatto.. e non ci vuole mica tanto..basta non dare più nulla per scontato… cercherò di ridere più spesso,di non limitarmi al necessario , di portarmi meno ricordi appresso perché quelli pesano e rallentano,di alzare lo sguardo invece di chinarlo, di fare quello che non si aspettano, di stupire, e di stupirmi, di partire invece che programmare, di darmi da fare invece che aspettare… e di dire ti amo alla persona che ho accanto sempre una volta in più di quello a cui ero abituato…e già non era poco….. perché del doman non v’è certezza diceva un poeta saggio…”

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...